Mortalità delle api causata dall’uso di prodotti fitosanitari

KILLED BEEVi segnaliamo questo interessante argomento:

Mortalità delle api causata dall’uso di prodotti fitosanitari
Dati raccolti negli anni 2015-2017 nell’ambito di quanto previsto dal Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

Presentazione di Valter Bellucci e Valerio Silli dell’ ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale sulla

Mortalità delle api causata dall’uso di prodotti fitosanitari. Dati raccolti negli anni 2015-2017 nell’ambito di quanto previsto dal Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

E’ stato presentato nell’ambito  delle Manifestazioni apistiche 2018 ( il 14 settembre 2018 dall’Osservatorio Nazionale Miele, Castel San Pietro Terme BO).

Il programma è scaricabile a questa pagina: https://www.apidolomiti.com/sito/wp-content/uploads/2018/07/ConcorsoTreGocce_2018_Programma.pdf

CLICCA QUI PER SCARICARE LE SLIDES 

 

 

Annunci

Buona notizia per le api:  è stata approvata una moratoria che vieta l’impiego di neonicotinoidi

api-neonicotinoidiI neonicotinoidi sono insetticidi largamente utilizzati per la concia delle sementi (in particolare per semi di mais, cotone, colza, bietola, girasole) trattamenti fogliari di molti fruttiferi e di piante ornamentali e trattamenti granulari al terreno.  Hanno però il grande torto di agire negativamente sulle popolazioni di api mellifere, api selvatiche solitarie, bombi e gli altri insetti utili.  Ora c’è una buona notizia: il 27 aprile 2018 l’Unione Europea ha approvato una moratoria Continua a leggere

Cera d’ape: un prodotto fuori controllo

panetto-ceraDurante l’attività di bottinamento le api interagiscono con l’ambiente svolgendo importanti funzioni per la conservazione di molte specie vegetali, coltivate e spontanee e quindi per il mantenimento dell’omeostasi degli ecosistemi in cui si trovano ad operare. Durante l’attività di bottinamento le api assorbono, catturano e raccolgono anche le molecole chimiche, inquinanti e/o contaminanti ambientali, presenti in natura: sospese nell’aria, disciolte nelle acque e concentrate nel terreno e nelle piante. Tali sostanze vengono trasportate dalle bottinatrici nell’alveare sottoforma di polveri intrappolate nei peli, goccioline d’acqua, nettare e polline con la successiva contaminazione di ogni singolo elemento dell’alveare: larve, api, miele, polline, propoli, pappa reale e cera. Tra tutti questi elementi, la cera è la matrice in cui le sostanze si concentrano maggiormente e più a lungo termine. Continua a leggere

La LUCE-TERAPIA potrebbe salvare le API dai DANNI DA PESTICIDI

ape-maschera-gasTrattare le api con la luce-terapia può contrastare gli effetti dannosi dei pesticidi e migliorare i tassi di sopravvivenza delle api avvelenate, secondo un nuovo studio dell’UCL  (University College London)

“I pesticidi neonicotinoidi sono una minaccia permanente per le popolazioni di api a livello mondiale, che svolgono un ruolo fondamentale in agricoltura,” dice il professor Glen Jeffery (UCL Institute of Ophthalmology), autore di ONE PLOS paper. “La mia squadra sta lavorando per sviluppare un piccolo dispositivo che possa essere montato in un arnia, ciò potrebbe essere una soluzione economica ad un problema con implicazioni molto diffuse.”

I pesticidi minano la funzione mitocondriale e compromettono la produzione di ATP, indispensabile per Continua a leggere

API, APITERAPIA, API-PET THERAPY: un’esperienza di vita che porta l’apicoltore a comprendere a fondo il valore delle api e della nostra salute

Nel mio lungo percorso di apicoltore, oltre 40 anni che mi occupo di api a vari livelli, non avrei mai immaginato di vivere una esperienza di salute così improvvisa e complicata con lunghi ricoveri ospedalieri, e che dovrà concludersi con il trapianto di midollo da donatore. Ho cercato di reagire con tutte le mie forze pensando alle amiche api e riflettendo sui valori più alti e assoluti che sin dall’antichità si conoscono e che continuiamo a dibattere costantemente in convegni e aggiornamenti di cui 3 fondamentali: 1) La straordinaria apipetcapacità dell’ape di fare costante monitoraggio degli elementi inquinanti dell’ambiente di vita; 2) I diversi prodotti alimentari che sono di grande aiuto per la nostra salute, compreso il rilancio dell’ apiterapia, fondamentali ad aiutare il nostro benessere di vita; 3) La compagnia delle api, il loro fascino attrattivo, i comportamenti super evoluti che ci possono far riflettere sui grandi valori della vita. Oltre a vivere in prima persona le sofferenze di questa lunga malattia, mi ha impressionato il numero di bambini, giovani, anziani, che ho incontrato e che sempre più vengono colpiti da queste forme di leucemia e tutti si chiedono da cosa è dovuto? Come può succedere che improvvisamente alcune cellule del sangue si modificano geneticamente? I medici non sanno dare nessuna risposta certa. Mi sono chiesto: le api ci possono aiutare con il loro monitoraggio specializzato che esplora e preleva campioni dai beni comuni aria, acqua, suolo, cibo ed ecosistemi? Continua a leggere