La PROPOLI per i DISTURBI GASTRICI

stomacoIl mal di stomaco, la gastrite, le difficoltà digestive, il reflusso gastro-esofageo, la sonnolenza postprandiale sono disturbi dello stomaco che affliggono molte persone. Possono essere svariate le cause: dallo stress ad un regime alimentare non corretto fino all’uso indiscriminato dei protettori gastrici di cui molte persone ne fanno un abuso senza sapere che, a lungo andare, questi prodotti possono portare all’atrofia gastrica. Tuttavia è stato dimostrato che il maggior responsabile dei disturbi gastrici è l’Helicobacter pylori, un batterio a forma di spirale che vive nello stomaco; secondo recenti statistiche sono 20 milioni gli italiani che ne sono affetti. E’ un batterio silenzioso, che agisce lentamente e che ci può mettere anche 10/15 anni a creare danni gastrici. Si insinua nella mucosa helicobactergastrica e la indebolisce fino a procurare lesioni vere e proprie. Questo batterio riesce a vivere solo in ambiente acido, è protetto da uno strato di muco che resiste all’azione distruttiva dei succhi gastrici. E’ stato dimostrato che il 90% delle gastriti, le ulcere peptiche e i casi tumori allo stomaco sono causati appunto dall’Helicobacter Pylori.

C’è un notevole interesse sulle terapie alternative naturali per combattere l’Helicobacter e quindi trattare molti disturbi dello stomaco. In uno studio clinico è stata presa in considerazione l’azione della propoli, che è una miscela naturale di molte sostanze bioattive, per valutarne l’efficacia nel trattamento dell’ H. pylori.

E’ stata esaminata l’attività anti-H. pylori e anti-ureasi di 15 estratti di propoli etanolica differenti. Sono stati misurati il contenuto fenolico totale e totale dei flavonoidi contenuti negli estratti. Il dosaggio è stato valutato su ceppo di H. pylori J99 e le zone di inibizione sono state misurate e confrontate con gli standard.

tintura-madre-propoli_MC1Tutti gli estratti di propoli hanno mostrato un’elevata azione inibente dell’ H. pylori J99, con diametri di inibizione su agar che vanno da 31,0 a 47,0 mm. L’attività inibitoria di Helicobacter pylori ureasi è stata misurata usando l’analisi fenolo-ipoclorito; tutti i campioni hanno mostrato inibizione significativa contro l’enzima, con concentrazioni di inibizione che vanno da 0.260 a 1,525 mg/mL. .

In conclusione, l’estratto di propoli è stato dimostrato essere un buon inibitore che può essere utilizzato nel trattamento di H. pylori.

Inoltre la propoli ha un’azione anestetica e cicatrizzante, caratteristiche che risultano importanti per il controllo dei sintomi in caso di disturbi gastrici.

Con il supporto della letteratura clinica possiamo dire che la propoli può essere utile per l’eradicazione dell’Helicobater pylori e quindi per la risoluzione di disturbi gastrici agendo non solo come sintomatico ma anche in prevenzione.

I dosaggi che possiamo consigliare sono i seguenti:

Propoli-grezzaPROPOLI GREZZA POLVERIZZATA: 1 gr. 3 volte al giorno dopo i pasti. Mettere in bocca la polvere e masticare lievemente fino a formare una massa gommosa (il calore della bocca scioglie la cera contenuta nella propoli),  masticare qualche minuto ed poi ingoiare con un bicchiere di acqua.

PROPOLI IN TINTURA al 20-30%: 20 gocce 3 volte al giorno diluite in un cucchiaino di miele, dopo i pasti.

In FASE DI PREVENZIONE possono essere fatti cicli di un mese una o due volte l’anno.

In FASE ACUTA, quando i sintomi sono già manifesti, proseguire il trattamento per 3 mesi.

Fonti:

J Enzyme Inhib Med Chem. 2016 May 27:1-5. – Effect of propolis in gastric disorders: inhibition studies on the growth of Helicobacter pylori and production of its urease.- Baltas N1, Karaoglu SA2, Tarakci C2, Kolayli S3. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27233102

Rev. chil. infectol. vol.32 no.5 Santiago Oct. 2015 – Actividad antibacteriana in vitro de propóleos chilenos sobre Helicobacter pylori  – María Villanueva, Mario González, Heriberto Fernández, Myra Wilson, Nimia Manquián, Carola Otth y Laura Otth – Universidad Austral de Chile, Valdivia.  http://www.scielo.cl/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0716-10182015000600007&lng=en&nrm=iso&tlng=en

a cura di dr. Laura Cavalli
Annunci

10 thoughts on “La PROPOLI per i DISTURBI GASTRICI

  1. Daniela cottone 30 giugno 2016 / 20:06

    Grazie per questa preziosa indicazione. Mia figlia soffre di reflusso gastroesofageo da 5 anni a fasi alterne. Ora ha 27 anni e vive a londra da due e, nonostante cerchi di prestare attenzione a cio’ che mangia, gli attachi sono ricominciati e spesso sono molto intensi e destabilizzanti. A breve fara’ gli esami per capire se il batterio c’e’. In ogni caso posso utilizzare il propoli in tintura anche se il batterio non risultasse presente a fronte delle analisi? Mi rifiuto di utilizzard gastroprotettori e gastroinibitori e sto facendo utilizzare a Mia figlia dei prodotti naturali, ma non sapevo del propoli. Potete anche indicarrmi anche un prodotto di una marca valida da acquistare? Grazie!

    Mi piace

    • apiterapiablog 1 luglio 2016 / 1:11

      Certo, può utilizzare la propoli anche se l’helicobacter non è presente. La tintura di propoli la può facilmente trovare in erboristeria o farmacia, se conosce un apicoltore nella sua zona presso di lui oltre alla tintura può trovare anche la propoli grezza. Faccia il trattamento per almeno un mese.

      Mi piace

      • daniela cottone 1 luglio 2016 / 8:30

        Dottoressa Cavalli, grazie per la pronta risposta!

        Mi piace

  2. daniela cottone 1 luglio 2016 / 11:05

    Gentile Dossa Cavalli, disturbo ancora per una precisazione riguardo l’utilizzo della propoli per la cura e la prevenzione del reflusso gastroesofageo. La mia erborista mi chiede se la % da lei indicata per la propoli tintura – 20-30% – significa in alcol o in polifenoli. Un’altra domanda: se acquistassi una propoli tintura al 50% in polifenoli quanto gocce al giorno dovrei far prendere a mia figlia per il ciclo preventivo di 30 gg e per la cura di tre mesi in fase acuta da lei citata nel post? Grazie mille e saluti.

    Mi piace

    • apiterapiablog 1 luglio 2016 / 13:21

      Propoli al 20% in soluzione idroalcolica. La titolazione in polifonoli è riferita alla quantità di principio attivo presente nel preparato più è alta migliore è la qualità…Il dosaggio non cambia.

      Mi piace

      • daniela cottone 1 luglio 2016 / 13:43

        grazie mille. Saluti.

        Mi piace

  3. asaro_alfio 7 marzo 2017 / 14:18

    Buon giorno dottoressa volevo sapere propoli al 20% e’l’alcol perché in erboristeria ho acquistato propoli estratto puro idroalcolico 100% e volevo sapere se le dosi sono le stesse indicate da lei .Prendo sempre 20 gocce dopo i pasti.? Grazie

    Mi piace

    • apiterapiablog 7 marzo 2017 / 14:40

      Estratto al 100% significa che c’è solo propoli nella soluzione e non altri principi. Dovrebbe essere specificato se è al 20 o al 30% ( cioè la percentuale di propoli rispetto all’alcol). Comunque,si, il dosaggio degli estratti idroalcolici è di 20 gocce dopo i pasti, non le misceli in acqua ma usi mezzo cucchiaino di miele per veicolare le gocce.

      Mi piace

    • apiterapiablog 11 marzo 2017 / 19:06

      Buonasera, al 100% significa che in soluzione c’è solo propoli ed è una soluzione al 20% di propoli. ok 20 gocce.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...